Lettera al mio ragazzo che mi ha lasciata

Il lieto fine non sempre è possibile: ci si può ritrovare a scrivere una “lettera al mio ragazzo che mi ha lasciata” perché qualcosa si è rotto, perché lui non prova più gli stessi sentimenti e un amore a senso unico non porta mai a buoni frutti. Con queste lettere per il fidanzato dopo la fine della storia d’amore, è più semplice mettere nero su bianco tutto quello che si intende dire a una persona che, fino a un attimo prima, sembrava essere quella giusta.

Lettera a un ex che ti ha deluso: chiarirsi dopo la fine di una storia

È finito tutto. È strano scriverlo, ti devo dire la verità. E sai perché? Perché probabilmente vivevo in una castello fatto di illusioni, anche se non voglio crederci fino in fondo. Possibile che non abbia capito come veramente sei? Possibile che il tuo amore nei miei confronti sia scomparso con così tanta facilità? Senza preavviso? Forse ci ho creduto più di te, in questa nostra relazione, e spero vivamente che non sia veramente così perché non mi piacerebbe stare alla larga da un fidanzato capace di prendere in giro una persona che lo ama. Questo non sarebbe di certo un gesto da gran signore o da principe. Non voglio crederci sia perché penso che, in fondo, tu abbia un cuore grande sia perché sono ancora innamorata di te.

Tu mi hai sempre ripetuto che non mi hai ingannata, e mi auguro che sia veramente così, che non sia stata insieme, fino a questo momento, con un fidanzato che aveva bisogno di una persona che si prendesse cura della propria vanità. Non so proprio a cosa credere. Purtroppo mi hai messo tu in questa situazione e non è difficile vedere un’ombra anche nei momenti più belli trascorsi insieme. Quando una persona così importante (proprio come lo sei tu!) ti delude, piantandoti per una motivazione vuota, che non regge affatto, è più facile mettere in discussione tutto il passato trascorso con lei.

Io, però, voglio ben sperare che non tutto sia stato un bluff, che un pezzo di cuore battente lo abbia anche tu. Non sei un mostro. Lo so bene, ma ferirmi in questo modo non ti fa onore. Per questo vorrei un confronto. Non chiedo di più. Non dobbiamo per forza incontrarci per tornare insieme, ma solo per capire i nostri errori e per non rovinare quel passato vissuto insieme che custodisco nel mio cuore; non voglio nemmeno far finta di non vederti per le strade: vorrei salutarti e chiederti come stai, anche se non stiamo più insieme.

LEGGI ANCHE  Lettera di Natale alla moglie

Siamo ormai grandi, possiamo comunque mantenere un rapporto civile, di due persone che si rispettano e che hanno scritto a quattro mani un meraviglioso capitolo delle proprie vite. Finito per sempre? Potrebbe essere così, ma almeno non viene sciupato per sempre dal tuo silenzio.

Devo ammettere che ho tanta rabbia dentro, che vorrei sfogarmi con un’amica, ma questo non servirebbe a nulla, se prima non abbiamo noi un confronto. Merito di sapere se la storia è effettivamente giunta al capolinea, per poter metabolizzare il prima possibile questo vuoto che ho nel mio cuore e cominciare a prendermi cura di me stessa il prima possibile.

Se in futuro l’amore dovesse bussare alla mia porta, lo osserverò attentamente dallo spioncino e lo farò entrare solo quando sarò certa che sia quello giusto. Cos’altro dirti, a questo punto? Che quest’esperienza possa servire anche a te, che ti faccia crescere e dirmi che anche tu hai pensato a questo confronto ma non sapevi proprio come chiedermelo. Aspetto allora una tua risposta. Quello che c’è o c’è stato ha bisogno di una nuova definizione.

Lettera al mio ragazzo che mi ha lasciata: salutarsi senza rancore

Puff! Come per magia, la nostra storia è finita. Anzi, tu hai deciso di metterci la parola fine. Mi sembravi più onesto e diretto, invece, di punto in bianco, non ti sono andata più a genio. E l’amore dove lo mettiamo? L’ho provato solo io? Non credo proprio che i miei sentimenti siano stati a senso unico: i tuoi occhi parlavano chiaro ogni volta che incontravano i miei, anche se ho notato che, nell’ultimo periodo, quella tua luce si era spenta.

Mi hai lasciata qui, sola, a ripensare a noi… e forse me ne dovrei fare una ragione il prima possibile. Non posso continuare ad amare una persona che, col suo gesto, mi ha fatto capire chiaramente che non prova più niente per me. Tu, quel gesto, l’hai fatto senza esitazione, senza prepararmi al peggio, come se fossi una sconosciuta, una persona che è passata lì per caso sulla tua strada. Mi hai lasciata senza troppe spiegazioni. E questo mi fa anche pensare molto…

LEGGI ANCHE  Lettera per il mio ragazzo lontano

Forse sono stata io l’ingenua: avrei dovuto percepire dei segnali che, col tempo e a mente lucida, sicuramente diventeranno più chiari; ma spero vivamente che, prima che ciò accada, tu possa rinsavire e chiedermi almeno “scusa”. Abbiamo vissuto dei bei momenti e non è normale che sia finito tutto come per magia. Cosa sta succedendo davvero? Non riesco a odiarti né a portarti rancore perché sono convinta che, prima o poi, ritornerai suoi tuoi passi. E voglio che, con questa lettera, tu possa riflettere sulla tua scelta.

Vorrei che fosse un brutto sogno, però io credo nel lieto fine. Sempre! O almeno in un vero chiarimento. Che purtroppo non c’è mai stato. Ti scrivo questa lettera soprattutto per chiederti di avere un confronto. Me lo merito. Così posso accettare di buon grado l’evoluzione della nostra storia. Io mi sono assunta le mie responsabilità (perché non sono assolutamente perfetta, ci mancherebbe) e mi sono messa in discussione, e tu dovresti fare lo stesso. Anche perché, dal nostro incontro, potremmo capire tanto l’uno dell’altra e anche di noi stessi. Di cosa vogliamo davvero.

Ti ripeto: mi sembra impossibile che la relazione sia finita in questo modo, dall’oggi al domani. E spero che non ci sia qualcosa di più “grande” che ti abbia spinto a prendere questa decisione. Non sono in grado di darmi altre risposte, sinceramente.

Ovviamente non voglio assolutamente risultare petulante: ho fatto una semplice richiesta che mi permette di essere in pace con la mia coscienza. Do quindi l’ultima possibilità a me stessa, a te e alla nostra storia. Sai che ci credo ancora, anche se, qualora dovessi decidere di non rispondermi, ignorandomi completamente, cercherò di farmene quanto prima una ragione, convincendomi che non sei mai stato la persona giusta per me. Senza rancore.

Lettera per recuperare un amore finito

Ciao. Non so più chiamarti. Devo essere onesta: il mio cuore avrebbe voluto scrivere “ciao, amore”, ma la mia ragione mi urla in faccia che continuo a sbagliare, che non posso più considerarti la mia anima gemella. E forse non sei mai stato così tanto uguale a me. Possibile che ci fosse un abisso a dividerci e io non mi sia mai accorta della sua presenza? Forse fra non molto capirò quanto sia profondo… sto ancora precipitando. Dopo lo schianto, la mia idea di te potrebbe diventare più chiara e potrei quindi capire che lasciarci è stata la decisione migliore per entrambi.

LEGGI ANCHE  Lettera al mio fidanzato in carcere

Ma non voglio pensare che sia veramente così perché questo significherebbe aver vissuto un amore a senso unico, dove io sono stata la protagonista inconsapevole di una messinscena. Non ho mai creduto che tu sia così diabolico, altrimenti non ti avrei mai amato. Ho sempre letto innocenza nei tuoi occhi, però puoi ben capire che, dopo la fine di tutto, cerco di darmi un grande numero di risposte. E spero vivamente che tu, dopo aver letto questa lettera, mi dica che nessuna di quelle risposte è quella giusta, che si è trattato solo di un errore.

La colpa spesso è di entrambi, è vero: dopo aver accettato questo, però, bisognerebbe ritornare sui propri passi e capire se si possa dare nuovo slancio a quella storia d’amore che si è arenata. Ha forse bisogno di una nuova spinta? Forse è imprevedibile questo momento di stallo? Mi auguro che sia così perché ci credo ancora in me, in te e nell’amore che ci lega. So che non è solo una mia illusione.

Sto cercando di essere il più possibile lucida, di raccogliere i pezzi e metterli nella loro giusta posizione. Ma devi aiutarmi anche tu a farlo. Conoscendoti, so che non mi lascerai sola, dandomi una mano per far chiarezza. Tutto il tempo vissuto ha un valore inestimabile e meritiamo entrambi di capire cosa fare della nostra relazione.

Mi piacerebbe abbracciarti, in questo momento, e dire a entrambi che si è trattato di un brutto sogno. Sfortunatamente non è così e dobbiamo accettare che le relazioni possano avere delle battute d’arresto… e nuovi inizi? Ti chiedo, quindi, di avere un chiarimento per capire davvero cosa fare. Ovviamente non sei costretto e potresti anche rispondermi con un messaggio, l’importante è capire insieme se vale la pena darsi una nuova chance o mettere un punto definitivo.

Io ci spero ancora e non nego che mi piacerebbe rivederti e passare del tempo con te… Vorrei anche dirti “ti amo”, che mi fai battere ancora il cuore, che la tua assenza è diventata la mia essenza… Scriviamo, insieme, un nuovo capitolo della nostra vita tenendoci per mano?