Lettera per ricordare una persona speciale

Non è facile scrivere una lettera per ricordare una persona speciale: bisogna fare uno sforzo non indifferente per trovare il coraggio di mettere nero su bianco quello che si prova per chi non c’è più e ha lasciato un vuoto impossibile da colmare. Dopo aver riscoperto una forza interiore che si credeva di aver perso, quando si è capaci di scrivere le parole giuste, è possibile realizzare delle lettere che fanno bene soprattutto a chi le scrive. Più in basso, troverete quelle che potrete usare come modello per le vostre.

“Dedicato a chi non c’è più”: lettera di addio a una persona cara

Ciao, e non sai quanto mi manchi. O forse lo sai. Forse senti questo mio dolore, che urla da dentro e mi annebbia la vista, rendendo questo mondo più grigio. È sempre un’ingiustizia quando una persona cara va via. Per sempre. È un’ingiustizia che sia toccato a te. Tu, la persona più buona che abbia mai incontrato; tu, con un carattere così forte e allo stesso tempo così tenero. Non era ancora il tuo momento. Avresti dovuto insegnarmi ancora tanto…

Non ci sei più e questo vuoto che mi hai scavato a fondo chi lo coprirà? Devo ammettere che, nei miei sogni, quel dolore scompare perché mi sorridi sempre, come se mi volessi dire di non perdere mai l’entusiasmo per la vita. E, sai, mi sto impegnando per realizzare me stesso. Come mi avevi sempre detto di fare.

LEGGI ANCHE  Lettera per la mamma morta

Non è facile andare avanti, ma è semplice sprofondare nella disperazione. È paradossale: da quel baratro che la tua assenza ha provocato, solo tu sei capace di tirarmi fuori. Ma lo sforzo decisivo lo devo fare io per non caderci più.

Sento che ti trasformerai in dolce malinconia che si appoggerà su ogni mio giorno e ogni stagione avrà il tuo nome. Ti sentirò nella natura, nelle risate dei bambini e in tutto quello che mi farà danzare il cuore. Ci sarai sempre, per me, anche se è così dura. Ma tu sorridi ancora in uno di quei sogni…

Lettera per chi è volato in cielo

Sei volato in alto, più in alto, sempre più in alto, dove nessuna rondine né astronave potrà mai arrivare. Hai viaggiato per nuovi mondi portandomi con te: ti vedo, anche se sei così lontano, e so che stai bene. Il tuo cuore rimarrà sempre connesso al mio e avranno quel battito che crea la vera realtà, quella dei sentimenti più puri.

Ammetto che all’inizio la rabbia mi assaliva: perché andartene via così? Ho cercato di darmi risposte su risposte, ma la pace è arrivata solo quando ho spento il cervello e ho lasciato che ti sentissi vicino alla mia anima, senza chiederti nulla, godendo solo di quel magico momento.

Mi piace quando, la mattina, ti vedo all’orizzonte: come splendi! Sorridi ancora più luminosamente, non è vero? La notte, poi, ti confido tutti i miei segreti e le mie paure, come abbiamo sempre fatto e continueremo a fare perché alcuni legami nemmeno il ciclo del giorno e della notte potranno consumare.

LEGGI ANCHE  Lettera di Natale a chi non c'è più

Io sto continuando a vivere con entusiasmo, come mi hai insegnato e non posso fare altrimenti… perché sennò ti arrabbieresti! Non dimenticherò mai quella gioia contagiosa e qualche volta sento la tua risata tra le strade, e la gente mi scambia per una persona fuori di testa perché rispondo con un sorriso a 32 denti!

Ti voglio bene e so che questa mia lettera ti raggiungerà ovunque tu stia volando in questo momento… Ricorda di planare qualche volta anche qui da noi, che non dimenticheremo mai quanto speciale tu sia.

Un’altra lettera per ricordare una persona speciale

Ciao. Dove sei? Dopo che mi hai detto addio, non c’è più stato il tuo ritorno. Sai che ti aspetto ancora? Sì, ti aspetto. Forse mi sto illudendo troppo, ma ho la speranza vivissima che fra poco ti rivedrò. Nei miei sogni non ci sei ancora… oppure li cancello per non soffrire troppo? La mancanza che ho di te è insostenibile.

Devo scriverlo in questa lettera per convincermene: non ci sei più e non tornerai. Quante lacrime stanno cadendo qui, non riesco a fermarle, ma sorrido anche: come ho fatto, finora, a non sentirti? Sento che le asciughi con le tue mani delicate e poi mi abbracci, facendomi sentire tutta la tua protezione.

Che bella sensazione! Credevo che non ti avrei mai più sentito… e invece… eccoti qui, che mi dici che mi vuoi bene, più di prima perché alcuni sentimenti, quando vengono messi alla prova, diventano ancora più forti. È inspiegabile quello che provo per te: forse devo inventare delle parole per descriverle, ma ho la certezza che le capirai anche senza parlarti.

LEGGI ANCHE  Lettera di Natale a chi non c'è più

Dentro di me, prendono forma tutti i tuoi ricordi: si impreziosiscono proprio grazie a quel sentimento e mi fanno capire che la fortuna ha bussato alla mia porta quando hai fatto il tuo arrivo nella mia vita.

Grazie per tutto, grazie per quello che continuerai a fare dall’alto. Il nostro bene si rafforzerà in quel tempo che diventa eternità.