Lettera lunga per la mamma

Una lettera lunga per la mamma è un modo perfetto per esprimerle tutto quello che provate per lei, per farle capire che sarete sempre al suo fianco e per ricordare insieme momenti perfetti del passato condiviso insieme. Può risultare difficile mettere in ordine i pensieri, soprattutto quando si deve parlare a una persona speciale, per questo motivo abbiamo preparato per voi delle lettere per le mamme commoventi e lunghe per poter mettere nero su bianco le proprie emozioni. Una scelta significativa, questa, utile anche per superare l’imbarazzo: ogni mamma merita di ricevere una sorpresa del genere!

Lettera commovente per la mamma: discorso commovente di una figlia

Cara mamma, come stai? Non te lo chiedo spesso e forse dovrei farlo di più. Sono troppo presuntuosa quando dico a me stessa che sei sempre una roccia, inscalfibile, e invece, crescendo, sto capendo che anche i genitori hanno bisogno di persone speciali, i propri figli, in determinati momenti della vita. E io sono qui, mamma, a dirti che per te ci sarò sempre, per qualsiasi cosa di cui avrai bisogno, per ogni sfogo o confessione. Non sono più una bambina e sai benissimo che possiamo crescere insieme. Penso che stavi aspettando proprio questo momento. Non scappo, no, ma stringo ancora più forte la tua mano per farti capire che io ci sono.

Avresti mai detto che un giorno ti avrei scritto una lettera? No? Nemmeno io. Ma tante sono le sorprese della vita e alcune volte sta a noi renderle possibili. Ecco perché oggi, mamma, voglio che tu sappia che io sarei disposta a farmi in quattro (ma anche di più!) per te, per vederti sorridere sempre. Questi pensieri sono racchiusi in una lettera che entrambe custodiremo nel cuore, senza dimenticarla in un cassetto dove appassiscono tutti i sogni. Tra i sogni veri, c’è questo di farti capire quanto bene ti voglia! E lo sto realizzando. E tu stai realizzando che hai una figlia sempre dalla tua parte, con la quale poter condividere tutto quello che desideri.

Anche mamma e figlia possono avere sogni in comune, possono condividere più di quello che ci si aspetta: abbiamo tanti progetti da realizzare, e lo sai bene, quindi non perdiamo altro tempo e cominciamo a impegnarci seriamente! Possiamo contare l’una sull’altra, dimostrando a noi stesse una complicità che supera qualsiasi altra. Fa sentire protetti ma anche motivati avere una persona della quale fidarsi ciecamente e tu, mamma, sei i miei occhi, che guardano lontano e dentro l’anima delle cose.

Non so se sarò mai una donna speciale come te, che riesce a trasformare le tempeste in cieli sereni, le burrasche in mari calmi dove poter navigare… Stammi sempre vicina perché hai ancora tanto da insegnarmi col tuo solo esempio d’essere mamma.

Non segui un manuale d’istruzione per essere quella che sei e nemmeno segui guru farlocchi, ma ti fai guidare solo dalla forza del tuo amore: è questo il segreto per vivere un’esistenza appassionata, totalizzante e sorprendente come la tua. Il tuo entusiasmo è così contagioso… anche se, alcune volte, ha rischiato di spegnersi, soprattutto nei momenti più difficili, durante i quali forse avrei dovuto essere più presente. Ma non preoccuparti, mamma, perché io imparo degli errori, proprio come mi hai da sempre ripetuto.

LEGGI ANCHE  Lettera per i 50 anni di matrimonio dei genitori

Un errore comune a noi figli è di dar per scontate le nostre mamme… sbagliando! Voi siete esseri umani proprio come noi, con i vostri pregi, talenti, vizi e difetti. Solo quando si fa questo passo, si può amare nella sua totalità una madre. E io, mamma, ti amo nella tua perfezione così lucente!

Con questa lettera, voglio quindi ringraziarti per l’impegno che ci hai messo nel tirarmi su seguendo il tuo istinto e quell’amore smisurato che fa sognare e vivere sospesi, ma tenendo sempre un piede nella realtà, quella che tu sei riuscita a trasformare, rendendola stupenda.

E voglio anche ribadire che io ci sarà sempre e comunque, per te, che su di me puoi riporre fiducia e che possiamo chiacchierare del più e del meno durante ogni nostra uscita. Ti amo, mamma. Sei la mia fonte d’ispirazione.

Lettera lunga per la mamma da parte di un figlio: come ringraziare una persona speciale

Ciao mamma, e chi lo avrebbe mai detto che ti avrei scritto una lettera? No, non è uno scherzo. E non voglio nemmeno fare il solito simpatico. Quando lo faccio è perché voglio nascondere il mio affetto per te, che è talmente smisurato che ha bisogno di un filtro: ecco perché faccio battute o il “cretino”, come mi chiami tu. Vorrei già fermarmi qui e stracciare questa lettera perché mi imbarazza molto farlo, ma bisogna superare anche l’imbarazzo per poter esprimere appieno quello che veramente si prova per una persona speciale, che merita solo amore, proprio come te. Perciò m’impegnerò con la scrittura di questa lettera… spero di non essere troppo coinciso!

Mi ricordo quando, da piccolo, io ti dicevo che volevo crescere velocemente per diventare adulto e tu mi rispondevi che essere grandi ha i suoi pro e i suoi contro, soprattutto svantaggi perché non si passa più tanto tempo coi propri famigliari. Ed è vero, me ne sto accorgendo anno dopo anno. Prima potevo viverti ogni minuto della mia vita, dando tutto per scontato, oggi invece è diventato difficile vedersi spesso o almeno passare del tempo insieme come una volta. Ma entrambi abbiamo capito che il tempo è prezioso (tu prima di me) e che non va perso nemmeno un secondo.

Il solo starti accanto mi fa stare bene, mamma: emani energie positive, mi tiri su con un sorriso e riesci sempre a trovare la parola giusta nel momento giusto, svegliandomi anche da quel brutto sonno dei problemi. Che poi, se ci pensi, non sono poi così tanto gravi! Ho imparato a prendere tutto con più leggerezza semplicemente guardandoti: perché farsi venire il sangue amaro quando c’è una soluzione per ogni sciocchezza? Se qualcosa mi preoccupa, mi basta parlare con te per dimenticarmi dei problemi e sentirmi senza pesi addosso.

LEGGI ANCHE  Lettera a mamma e papà per 25 anni di matrimonio

Prima di scriverti questa lettera, è come se avessi avuto un blocco: quello che non mi permetteva di aprire il mio cuore a te, senza vergogna. E poi perché ci si dovrebbe imbarazzare di dire a una mamma quanto le si vuole bene? Io te ne voglio tanto. Ecco, l’ho detto! Ora termino qui la lettera, prima che decida di strapparla! No, ho detto che m’impegnerò a dirti proprio tutto e quindi lo farò sul serio.

Sai, mamma, mi piacerebbe passare più tempo con te. Solo io e te. Per conoscerci meglio. Certo, probabilmente tu sai già tutto di me (perché non ti sfugge proprio nulla!), però io vorrei sapere qualcosa di più, rendendo ancora più stretto questo legame. Voglio anche farti capire che, ogni volta che lo riterrai opportuno, io ci sarò.

Non tenere tutto dentro di te quando qualcosa non va, io sono sempre pronto ad ascoltarti. Non ignorerò un solo tuo messaggio e, ti prometto, che farò del mio meglio per risponderti il prima possibile. Ho notato che ero entrato nel circolo vizioso del “posso rispondere dopo, tanto sta bene”, ma non bisogna ragionare così perché tu, mamma, sei e sarai la mia priorità. E guai a chi ti tocca!

Sai bene quanto mi sia costato tutto questo, però te lo meriti. Potrai conservare questo ricordo tra quelli più belli, quelli a cui pensare quando sei di cattivo umore o quando ti senti apatica. C’è sempre un figlio pronto a far sorridere una mamma facendo il “cretino”!

Posso ritornare a fare il simpaticone, ora? Bene, allora confesso che si è trattato solo di un test per capire quanto ti sei emozionata… Ti voglio bene, mamma, e ricorda sempre che, dietro ai miei scherzi, si nasconde un amore incommensurabile!

Lettera dei figli alla mamma: un discorso scritto insieme che fa piangere

Mamma cara, i tuoi figli si sono riuniti per farti una bella sorpresa… no, nessun topo finto sulla cucina, ma una lettera per dirti quanto ti vogliamo bene! E no, non è uno scherzo. Puoi star tranquilla. Almeno questa volta, poi non si sa. Perché abbiamo deciso di scriverti? Perché, col trascorrere degli anni, abbiamo capito che meriti qualcosa di più, qualcosa che vada oltre ai soliti regali materiali, qualcosa che possa abbracciare per sempre la tua anima. Una lettera! Come si componeva ai vecchi tempi. Quelli che tu hai superato splendidamente, restando una meravigliosa venere con bacchetta in mano… quella che usavi per rabbonire noi poveri figli!

Ma no, mamma, lo sappiamo che poche volte hai usato le “maniere forti”, però c’è qui qualcuno che sente ancora il fischio delle tue pantofole quando non si comporta bene… No no, non ci hai traumatizzati, altrimenti non saremmo qui a scriverti queste parole. A meno che, inconsciamente, non lo stiamo facendo per una sorta di reverenza nei tuoi confronti! Sappiamo già che ti stai facendo un mucchio di risate, leggendoci, ma adesso è il momento di preparare anche qualche fazzolettino.

LEGGI ANCHE  Lettera a mamma per auguri di buon compleanno

Sei sempre stata un esempio da seguire per tutti noi, nessuno escluso. Ogni volta che avevamo bisogno, tu c’eri e ci sei ancora, con tutto quell’amore che guida ogni tua azione. Non è facile andare avanti, tra mille difficoltà, riuscendo a mantenere intatta la propria anima, ma tu ci sei riuscita alla grande, anzi: proprio quegli ostacoli ti hanno permesso di diventare ancora più sensibile e capire i bisogni di tutti quelli che ti circondano. Non solo quelli di noi figli.

Hai un cuore grande, mamma, e lì diamo sempre una grande festa! Siamo felici di essere tuoi figli, orgogliosi! La tua assenza si sente, quando non ci sei, e passiamo le ore a parlare di te, delle esperienze condivise e dei racconti del passato, quando eravamo bambini e tu una mamma troppo simpatica, affettuosa, ma anche un bel po’ severa! Ma quella severità è pure servita: guarda adesso come siamo responsabili!

Abbiamo assorbito come spugne tutti i tuoi insegnamenti: quando eravamo piccoli, non ci davamo poi così tanto peso, ora invece sono essenziali per non perdere l’umanità in questo mondo che ci vuole o macchine o falliti. Grazie, mamma, per averci fatto capire cosa significa essere umani e diventarlo sempre di più.

Ognuno di noi vorrebbe farti un ringraziamento speciale e descrivere quali sono i ricordi più belli vissuti insieme… ma dobbiamo riassumere il tutto, altrimenti ci vorrebbero dieci vite per poter raccontare ogni dettaglio! Un ricordo comune, che sempre ci fa emozionare, è quello dei Natali trascorsi con te che sorridi sempre, giochi con noi a carte, scarti i regali portati da Babbo Natale (e in lui ci crediamo ancora!) e mangiamo di gusto, prendendoci tutto il tempo che desideravamo, perché quello era un pezzo d’eternità. E andava vissuto solo in quel modo.

Tutti desideriamo rivivere quella magia, ma tanto è cambiato d’allora… tranne te, che sei rimasta unica nel tuo genere! Ti amiamo, per questo. Ci consenti di capire che, nonostante tutto cambi, l’amore e l’entusiasmo possono non appassire mai. E tu sei il fiore più bello di un immenso giardino dove tutti si somigliano.

Grazie, mamma, per la tua unicità, per la tua simpatia e per quei momenti magici che hai saputo regalarci. Non avremmo potuto chiedere una mamma migliore nella vita… meno severa sì, però! Quella stessa severità che adesso ti porterà a rileggere la lettera per scovare qualche strafalcione o per contare quante volte ti abbiamo detto che sei severa. Beh, mamma, noi ti amiamo così come sei. Non cambiare mai.